Il Consiglio dell'Unione Europea blinda i diritti sulle opere musicali

Il Consiglio dell’Unione Europea ha deliberato oggi estendendo i diritti d’autore sulle opere musicali fino a 70 anni da 50 che erano. In questo modo, si dice, si fa in modo da non ritrovarsi l’artista 90enne senza più gli introiti delle opere realizzate in gioventù. Inoltre si estende il diritto sulle opere realizzate da più persone portandolo a 70 anni dopo la morte dell’ultima persona coinvolta.

Sicuramente adesso, se fate i musicisti, potete vivere sonni tranquilli. Il Consiglio dell’Unione Europea (identificabile come il consiglio dei ministri dell’Europa) ha deciso di proteggere meglio le opere musicali estendendo la protezione di ben 20 anni. Quindi, se anche avete composto una canzone negli anni ’40 del XX secolo, vi spetteranno ancora i diritti. La decisione dovrà essere inserita nelle leggi nazionali degli stati membri entro due anni.

L’Unione Europea si dimostra così ancora un organismo a difesa delle lobby. Estendere di 20 anni i diritti non aiuterà certo gli artisti, ma darà ancora da mangiare ai parenti e ai detentori legali dei diritti che possono essere riuniti sotto l’etichetta “parassiti”.files/files/

2 Commenti per “Il Consiglio dell'Unione Europea blinda i diritti sulle opere musicali”

Inserito: 12/09/2011 16:15

[…] Il Consiglio dell’Unione Europea ha deliberato oggi estendendo i diritti d’autore sulle opere musicali fino a 70 anni da 50 che erano. In questo modo, si dice, si fa in modo da non ritrovarsi l’artista 90enne senza più gli introiti delle opere realizzate in gioventù. Inoltre si estende il diritto sulle opere realizzate da più persone portandolo a 70 anni dopo la morte dell’ultima persona coinvolta. Sicuramente adesso, se fate i musicisti, potete vivere sonni tranquilli. […] Leggi l'articolo completo su Webnology […]

Inserito: 13/09/2011 05:16

[…] Visita il sito saitfainder oppure iscriviti al feed Leggi l'articolo completo su AlterVista […]

Commenta