Microsoft festeggia la scomparsa di Internet Explorer 6

Che Internet Explorer 6 fosse la piaga del web era un fatto certo per tutti. Nato agli inizi degli anni 2000 ha imperversato per un lustro imponendosi, di fatto, come l’unico browser, poi il successo di Firefox ha obbligato Microsoft ha sfornare delle versioni più in linea con gli standard proposti dal W3C. IE6 ha comunque continuato a rappresentare una fetta significativa dei browser usati dagli utenti con la conseguente disperazione degli sviluppatori che si trovavano a dover realizzare due versioni dei siti: una per IE6 e una per tutti gli altri. Adesso Microsoft ne festeggia la morte.

Secondo Redmond il famigerato browser è arrivato a rappresentare una quota inferiore all’1% e di conseguenza può essere finalmente ignorato nella realizzazione dei siti web. A livello mondiale la percentuale dovrebbe essere parecchio più alta per via della Cina in cui le tante copie piratate e non aggiornate di Windows XP, ma non credo che questo cambi qualcosa. I webmaster possono finalmente ignorarlo senza sentirsi in colpa. Evviva il progresso.

Che un’azienda festeggi la scomparsa dal mercato di un suo prodotto è comunque un fatto perlomeno curioso (è come se la FIAT festeggiasse la scomparsa della Duna), ma non è poi tanto strano. IE6 non riceveva più aggiornamenti di sicurezza da più di un anno, quindi la torta è giustificata.

Adesso il prossimo obiettivo sarà la scomparsa di Internet Explorer 7, l’ultimo browser non completamente standard realizzato da Microsoft!files/files/

2 Commenti per “Microsoft festeggia la scomparsa di Internet Explorer 6”

Inserito: 07/01/2012 12:15

[…] Che Internet Explorer 6 fosse la piaga del web era un fatto certo per tutti. Nato agli inizi degli anni 2000 ha imperversato per un lustro imponendosi, di fatto, come l’unico browser, poi il successo di Firefox ha obbligato Microsoft ha sfornare delle versioni più in linea con gli standard proposti dal W3C. IE6 ha comunque continuato a rappresentare una fetta significativa dei browser usati dagli utenti con la conseguente disperazione degli sviluppatori che si trovavano a dover realizzare due versioni dei siti: una per IE6 e una per tutti gli altri. […] Leggi l'articolo completo su Webnology […]

Inserito: 09/01/2012 05:16

[…] Visita il sito saitfainder oppure iscriviti al feed Leggi l'articolo completo su AlterVista […]

Commenta