Google sembra aver ripristinato i siti pandizzati male

A quanto pare c’era veramente un problema negli indici con Google introdotto in concomitanza dell’aggiornamento di Panda dell’Ottobre 2011. Diversi siti erano stati ingiustamente pesantemente penalizzati a volte addirittura a vantaggio di siti aggregatori, cioé quel genere di siti che Google intendeva combattere per valorizzare i contenuti originali. Bella mossa. Dal 13 Febbraio sembra che ci sia stato una revisione che ha risolto in parte la questione.

La lotta contro gli aggregatori e le link farm in favore dei siti con contenuti originali è sicuramente giusta e legittima e da questo punto di vista Google ha avuto una buona idea. Vedersi derubati del proprio lavoro non fa piacere a nessuno, anche se poi bisogna andare a vedere caso per caso come questi contenuti siano riproposti e quanto traffico porta all’autore originale.

La parte difficile di questo lavoro è distinguere l’originale dalla copia, cosa tutt’altro che banale, ma i motori di ricerca, non solo Google, hanno trovato delle soluzioni accettabili in questo senso. Non perfette, ma accettabili.

Quello che è successo a Ottobre dell’anno scorso ha però poco a che fare con questo ragionamento. Diversi siti erano stati pesantemente penalizzati, molte pagine erano state addirittura eliminate dall’indice e l’unica soluzione fino ad ora era quella di chiudere il sito e aprirne uno nuovo gli stessi contenuti, indice del fatto che non erano questi il problema. Ovviamente Google ha bellamente ignorato qualsiasi segnalazione in merito e solo ora, magari per caso, è cambiato qualcosa.

Dal 13 Febbraio i siti colpiti hanno ricominciato ad apparire decentemente nelle SERP come si vede anche in questo screenshot dei dati dai Webmaster Tools di Google di un mio sito colpito dal fattaccio.

Al di là della questione tecnica questo dimostra come il monopolio di Google è pericoloso per la neutralità del web perché un suo errore o una sua scelta intenzionale possono influenzare gravemente il destino di un sito, di un blog o di un progetto web in generale. Non è una bella cosa.files/files/

Un commento per “Google sembra aver ripristinato i siti pandizzati male”

Inserito: 16/02/2012 11:15

[…] A quanto pare c’era veramente un problema negli indici con Google introdotto in concomitanza dell’aggiornamento di Panda dell’Ottobre 2011 . Diversi siti erano stati ingiustamente pesantemente penalizzati a volte addirittura a vantaggio di siti aggregatori, cioé quel genere di siti che Google intendeva combattere per valorizzare i contenuti originali. Bella mossa. Dal 13 Febbraio sembra che ci sia stato una revisione che ha risolto in parte la questione. La lotta contro gli aggregatori e le link farm in favore dei siti con contenuti originali è sicuramente giusta e legittima e da questo punto di vista Google ha avuto una buona idea. […] Leggi l'articolo completo su Webnology […]

Commenta