Un web per deficienti

C’era una volta Internet, agli inizi degli anni 2000, quando tutto era più semplice e meno intuitivo. La gente che lo usava era abituata ad arrangiarsi in mille modi sfruttando servizi diversi per raggiungere l’informazione cercata. Si usavano il web, i newsgroup, IRC, e i primitivi forum in cui ci si poteva esprimere. Adesso è tutto più semplice con un web che sempre di più monopolizza il nostro tempo e sempre di più si preoccupa di venire incontro a chi non è uno smanettone. Il risultato è il web a caratteri cubitali, con il link impossibile da non premere e due frasette. Ma dove andremo a finire? Questo post vuole essere uno sfogo per chi lavora sul web e si rende conto che per realizzare un prodotto apprezzato deve farlo per deficienti.

Continua a leggere »

2 commenti »

Il freddo? Solo una questione soggettiva!

Proviamo a vedere come reagiscono i lapponi alle diverse temperature.

+10°C – I residenti in Helsinki (Finlandia) spengono il riscaldamento e in Lapponia si piantano gli alberi…
+5°C – I lapponi (gli abitanti della Lapponia) prendono il Sole, ammesso che il sole salga sopra l’orizzonte.

+2°C – Le auto italiane non si accendono più.

0°C – Ghiaccia l’acqua distillata.

-1°C – I lapponi si gustano un gelato e bevono birra.

-4°C – Il gatto vuole venire a letto.

-10°C – I lapponi vanno a fare il bagno.

-15°C – Le auto americane non si accendono più.
-18°C – Si alzano i riscaldamenti negli appartamenti di Helsinki.
-22°C – Le auto francesi non si accendono più.

-23°C – I politici cominciano a preoccuparsi dei senzatetto.
-25°C – Le auto tedesche non si accendono più.
-29°C – Il gatto vuole andare sotto le coperte.
-30°C – Nessuna auto decente si accende più, il lappone impreca e accende la sua Lada.

-31°C – Troppo freddo per baciarsi, le labbra si incollano per il gelo.
-32°C – La squadra di calcio lappone comincia gli allenamenti per la primavera.
-35°C – I lapponi decidono di spalare la neve dai tetti.
-39°C – Congela il mercurio. Troppo freddo per pensare. I lapponi chiudono il bottone del colletto della camicia.
-40°C – Anche l’auto vuole venire a letto. I lapponi indossano un pullover.

-44°C – Il mio collega finlandese valuta se vale la pena chiudere del tutto la finestra.
-45°C – I lapponi chiudono la finestrella del bagno.
-50°C – I lapponi indossano i guanti interi al posto di quelli senza dita.
-70°C – A Rovaniemi (Lapponia) si organizzano lunghe camminate.
-75°C – I lapponi abbassano i paraorecchie dei loro berretti.
-120°C – Ghiaccia l’alcool. Conseguenza: il lappone è di cattivo umore.

-268°C – Liquefazione dell’elio.
-270°C – Congela l’inferno.

-273.15°C – Zero assoluto. Le particelle elementari smettono di muoversi.

E adesso, prima di lamentarci del freddo, pensiamo al fatto che il freddo è solo una questione soggettiva!files/files/

4 commenti »

Buon Natale a tutti

E che l’anno nuovo porti tante belle novità a tutti quanti!files/files/

1 commento »

Il mio conta debito funziona!

Quando si realizza qualcosa che funziona è giusto vantarsene.

Chi legge questo blog avrà notato il “simpatico” contatore del debito italiano. Adesso so anche che ho fatto le stime per bene perché è notizia di ieri che il debito pubblico ha raggiunto la quota di 1867,398 miliardi di euro. E quanto indica il mio contatore? In questo momento 1888 miliardi. Evviva!

Se volete metterlo anche voi sul vostro sito basta copiarsi questo semplice e minimale codice.

<iframe src="http://saitfainder.altervista.org/apps/debito-italiano/debito-italiano.html" width="180" height="32" frameborder="0"></iframe>files/files/

2 commenti »

Il Polpo Paul è morto

Polpo Paul con Barak ObamaNon ho mai pensato che Paul potesse morire. Era il mio mito, le azzeccava tutte e pensavo che potesse vivere per sempre.

E invece no, anche i polpi muoiono, molti non di morte naturale, ma in pignata oppure sbattuti contro uno scoglio. Ma Paul viveva felice in un acquario consapevole che il mondo lo adorava perché lui era uno perbene, uno onesto.

Adesso alcuni rumors suggeriscono che il cervello di Paul verrà sezionato e conservato come quello di Einstein. Verrà studiato per i decenni a seguire per scoprire come mai lui sceglieva sempre il contenitore giusto pur non capendo nulla di calcio. Si dice che in realtà era appassionato di curling, ma non per questo veniva meno ai suoi doveri.

Addio Polpo Paul, che il paradiso delle piovre ti accolga con tutti gli onori.files/files/

Commenta »

Il Web è morto (eh?)

Anche il nostro Mario Tozzi preferito è scettico riguardo una tale affermazione! E come mai è proprio Wired a pubblicare una tale eresia? Continua a leggere »

Commenta »

Polpo Paul for President

Visto che le indovina tutte e visto che è un cittadino italiano incensurato lo proporrei come nuovo Presidente del Consiglio! Iscrivetevi all’apposito gruppo su Facebook.files/files/

Commenta »

Italia fuori dal mondiali

Ieri, con un’altra prestazione deludente, l’Italia del calcio lascia il Sud Africa, prende il suo aereo e torna in patria. Finisce così, dopo appena 3 partite, il mondiale degli ex campioni del mondo. Tutti se lo sentivano e forse, visto il modo, è meglio così.

Certo, dispiace perché l’Italia considera se stessa una realtà importante del panorama calcistico mondiale e la passione della gente è sincera. Lo testimoniano le tante bandiere appese dalla finestre. Probabilmente per i 150 anni della Repubblica ce ne saranno di meno. Eppure è andata così.

Peccato, sarà per la prossima volta. Magari hanno influenzato le tante vicende che hanno visto protagonista il nostro calcio negli ultimi anni. Magari ha influenzato il fatto che la miglior squadra del campionato italiano è composta per lo più da non-italiani. Forse il fatto di essere i campioni uscenti ha abbassato troppo le aspettative. In ogni caso ci ricorderemo questo mondiale delle vuvuzelas e delle mancate dirette della Rai integrate dalle varie trasmissioni in streaming.

Ognuno trovi la sua il suo motivo e la sua causa. Tra due anni ci saranno gli Europei, tra quattro un altro Mondiale. Finito un mondiale se ne fa un altro…files/files/

Commenta »