Justin Chancellor

Justin ha cominciato la sua vita in Inghilterra dove lo si poteva trovare spesso a giocare a calcio con i suoi amici. Spesso si lasciava ipnotizzare dai salti e dalle rotazioni del pallone sondando la possibilità di mondi annidati in altri mondi. All’età di 8 anni ha cominciato a suonare la chitarra e a 14 cominciò a trovarsi, per suonare, con degli amici con cui creò una band di nome ‘Peach’ (pesca). I Peach incisero un album intitolato ‘Giving Birth to a Stone’ e dopo si esibirono come spalla dei Tool in alcune date inglesi. Lo strano senso di realtà alternative che lo accompagnava permise a Justin di accedervi tramite la musica e stati alterati della coscienza. Quando i Tool, nel 1995, cercarono un bassista la strada che lo portò in America gli sembrava ovvia come i percorsi che aveva esplorato nella sua mente.
Il 12 Gennaio 1997 Justin ha sposato una ragazza speciale di Statten Island (NY) di nome Ariadne Philippoussis sulla cima del monte Mingus. Attualmente Justin si esercita a raggiungere degli stati ipnotici utilizzando ambienti sonori creati da sua moglie Ari e una forma molto specializzata di yoga. Tutto ciò serve a facilitargli il movimento nella matrice mutevole e nel labirinto di emozioni della sua mente. Justin usa poi le sue esperienze come un punto di riferimento per i suoi riff e introduce una profondità olografica alla musica dei Tool. Vi consiglio di tenere gli occhi aperti per un’eventuale ristampa dell’album dei Peach ‘Giving Birth to a Stone’!